Durante gli ultimi anni c’è stata una grandissima apertura verso un nuovo tipo di turismo: il cicloturismo in e-bike. La possibilità di effettuare un viaggio in Italia o all’estero, direttamente a cavallo di una bicicletta elettrica, è piaciuta a molti che hanno iniziato ad interessarsi a questo particolare modo di vivere le vacanze e il territorio.

L’E-bike rappresenta la perfetta bici da cicloturismo, perché permette a tutti di poter pedalare per lunghe distanze, anche senza una particolare preparazione fisica preliminare. Al di là della preparazione fisica, che non occorre sia a livello professionale, è necessario invece pianificare fin nei minimi dettagli percorsi, soste ed eventuali alternative. Quando si decide di viaggiare con un mezzo elettrico, è indispensabile sapere dopo quanto è necessario fermarsi per ricaricare le batterie (letteralmente quelle dell’e-bike e figurativamente le nostre) e dove sia possibile farlo in sicurezza e magari gratis.

bici da cicloturismo

Praticità e divertimento prima di tutto

Viaggiare con un’e-bike permette di raggiungere luoghi apparentemente inaccessibili. Ci viene offerta la possibilità di ammirare preziose perle di ineguagliabile bellezza che senza una dovuta preparazione fisica sarebbero state assolutamente impossibili da visitare. Nessun luogo è irraggiungibile! Non esistono quindi limiti a quello che possiamo vedere e i luoghi che vogliamo raggiungere. L’unico confine che esiste è rappresentato dalla nostra mente. Con la e-bike infatti, “la fatica” non sparisce. Bisogna pur sempre pedalare e muoversi e a lungo andare la stanchezza non tarderà a farsi sentire.

La differenza però che c’è tra una bici da cicloturismo tradizionale e un’e-bike, è la possibilità che abbiamo di decidere come e quando modulare l’apporto del motore rispetto al nostro sforzo fisico. I modelli oggi sul mercato hanno più o meno tutti le stesse impostazioni con le quali decidere a quale velocità andare e per quanto tempo. La fatica è ridotta rispetto ad una bici tradizionale, ma non crediate che sia nulla, se non si pedala, le pedivelle non girano, l’impulso non viene trasmesso al sensore della cadenza e il motore non parte.

Tutti alla stessa velocità

Ricordiamoci poi che le e-bike sono un modo molto equo di spostarsi. Se avete infatti organizzato un viaggio di gruppo, potrete andare tutti alla stessa velocità, riuscendo così a divertirvi e a socializzare tutti insieme. Non ci saranno più ciclisti troppo veloci che stressano gli altri membri del gruppo per tenere un ritmo più alto, né verranno lasciati indietro i più lenti, che riusciranno a tenere agevolmente il passo del gruppo grazie all’assisetnza del motore elettrico.

Sempre più lontano

Grazie alle bici elettriche sarà quindi possibile fare sempre più chilometri e arrivare a visitare posti sempre più lontani. Lo scenario di percorsi a vostra disposizione sarà quindi sempre più ampio e avrete la consapevolezza di poter raggiungere la destinazione prefissata, che si trovi in pianura piuttosto che in montagna.
L’unica limitazione sarà quindi data dal consumo della batteria. Quasi tutte le e-bike in commercio riescono a segnalare direttamente sul display e con precisione la distanza rimanente percorribile.

Di conseguenza quando si pianifica un viaggio in e-bike sarà necessario informarsi dove si possono trovare i punti di ricarica lungo il nostro percorso. Con il diffondersi del cicloturismo elettrico in Italia, sono andate aumentando anche le strutture ricettive che offrono il servizio di ricarica ai propri ospiti. Tutti sta nell’individuarne lungo il percorso designato. Inoltre per le strutture stesse, offrire questa tipologia di servizio, rappresenta un “plus” non indifferente per assicurarsi tanti nuovi clienti in più. L’unica accortezza che consigliamo di avere è quella di scegliere le tariffe elettriche più convenienti per offrire un servizio top risparmiando in bolletta.

bici da cicloturismo

Rispetto per l’ambiente

La componente ecologica in questo contesto è sicuramente la più importante, la più rilevante. Decidere di spostarsi in bicicletta, al giorno d’oggi, significa avere una forte coscienza civica. Rispettare l’ambiente equivale a rispettare noi stessi. Per farlo non c’è bisogno di rinunciare proprio a niente. Con una e-bike infatti sarà possibile trasportare un quantitativo di bagagli superiore a quello di una normale bicicletta muscolare.
Da tenere a mente comunque che maggiore sarà il carico, tanto più velocemente si consumerà la batteria. A questo punto però basterà calcolare una sosta in più, piuttosto che prevedere un maggior numero di tratti a bassa velocità rispetto a quelli in modalità “TURBO” o “SPORT”.

Attività Fisica

Nel cicloturismo con e-bike è il viaggio stesso che assume la stessa importanza della destinazione finale. Conta pedalare, andare e godersi ogni istante la propria vacanza. Consapevoli della buona attività fisica che stiamo facendo, e altrettanto coscienti che ogni pedalata ci riserva magnifiche sorprese, alle volte veramente inaspettate.
Il business che ruota attorno a tutto questo mondo è in continua espansione in Europa. Quello che occorre all’Italia per spiccare il volo verso la vetta della classifica pro cicloturismo, sono le infrastrutture. Decidendo di investire in questi termini, il nostro paese spalancherà le porte ad un mercato in continua espansione che vede coinvolti migliaia di persone e aziende.