Contrasti estremi, paradisi perduti, spiritualità e qualche rischio: ecco The Kora.

The Kora è il nuovo film di Joey Schusler che segue tre bikepackers in Tibet durante un viaggio in bici di 10 giorni per tentare di percorrere il Yading Kora.

Nel maestoso entroterra himalayano della provincia dello Sichuan, tre imponenti montagne svettano sopra le piane alluvionali tentacolari e le foreste di bambù sottostanti. Per i tibetani, un pellegrinaggio di successo attorno alla base di questi giganti sacri – noto come “Yading Kora” – può purificare una vita di karma negativo.

Ispirati da questo antico rito di passaggio, Brice Minnigh, Joey Schusler e Sam Seward hanno deciso di completare questo Kora su mountain bike, portando con sé tutto ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere alla missione di 10 giorni. Un’impresa se fatta in bici, a detta degli abitanti del luogo, senza possibilità di riuscita.

” Percorrendo lo Yading Kora siamo entrati in una dimensione completamente nuova: un luogo in cui la durezza della vita incontra la spiritualità e lo stoicismo. Dove le montagne e il misticismo sono la stessa cosa. “
Brice Minnigh

Ecco il film completo:

Ecco come Brice, uno dei 3 avventurieri, inizia a parlare della sua esperienza sullo Yading Kora. Il resto lo potete vedere nel video:

I miei occhi bruciavano mentre un flusso salato di sudore li inondava. Con una bici completamente carica, uno zaino sulla schiena e del repellente per insetti che gocciolava sulle mie mani, ho pensato: “Questa è pura agonia,” appoggiando la mia bici contro un ammasso di bambù, “A questo ritmo, ci vorranno anni per uscire da questo casino.”

“Questo è sicuro,” affermò il mio amico, Sam Seward, schiacciando l’elmetto contro la fronte e facendo cadere una cascata di sudore sulle sue guance. “Forse avremmo dovuto iniziare più in alto.”

Avevamo trascinato il nostro buon amico, il regista Joey Schusler, in questo remoto angolo della Cina sud-occidentale per fare un giro in bici su un circuito ad alta quota intorno a tre straordinarie montagne considerate sacre dal popolo tibetano.

Conosciuto come “Yading Kora”, questo pellegrinaggio di più giorni è un rito di passaggio per i tibetani. Per questi arditi, una “Kora”, o la compiuta circumambulazione di montagne storicamente ordinate come sacre dai vari Dalai Lama, purificherà una vita di karma negativo.

A questo punto, però, sembrava che tutto quel karma negativo si fosse piazzato direttamente sulle nostre spalle. Non solo siamo stati ostacolati da quello che trasportavamo, ma anche il calore stesso era soffocante, con un fattore di umidità che ha reso la respirazione un atto di disperazione. Aggiungete il riverbero assordante di una sinfonia di cicale…sembrava che l’intera foresta stesse collassando su di noi.

Dopo aver trascorso più di una settimana a combattere un parallizante periodo di febbre post-morso di una zecca africana e dopo diversi giorni di sudorazione dal delirio in una soffocante camera d’albergo, stavo iniziando questa missione debole e malnutrito. La fresca maestosità delle montagne mi schernì. Ero all’inferno.

  • Tutte le foto sono di Brice Minnigh e Joey Schusler
  • Per altre foto spettacolari seguite Joey o Brice su Instagram!
  • Per altri video di Joey e delle sue avventure andate sul suo profilo Vimeo!
Commenti tramite Facebook