Abbiamo provato uno dei più leggeri e compatti fornelli disponibili in commercio: il piccolo Kraku di Alpkit.

Kraku, il più portatile dei fornelli di casa Alpkit, è uno fra i più leggeri micro-stove in titanio disponibili in commercio. Ideale per un set-up bikepacking minimale in cui si trasporta solamente l’essenziale. Le sue stesse caratteristiche lo rendono un prodotto molto particolare e apprezzato, anche se non adatto a tutti.

Lo stove è stato progettato e creato con in mente un avventuriero solitario. Nonostante le dimensioni ridotte e il peso di soli 45g, Kraku può erogare una potenza pari a prodotti grandi e pesanti più del doppio, arrivando a 2600W. I supporti del bruciatore sono pieghevoli e pensati per occupare il minor spazio possibile da chiusi mantenendo un minimo di stabilità quando lo si utilizza.

Kraku si avvita direttamente alla bombola del gas che viene quindi usata come sostegno stabile. Bisogna considerare che con bombole da 100g non è stabilissimo mentre già con i diametri maggiori delle 200g o 400g la situazione migliora molto. Sicuramente non è  un prodotto pensato per cucinare con volumi elevati di acqua nel pentolino.

Come tutti i bruciatori a gas a vite diretta, il Kraku è molto facile da usare. Basta avvitarlo alla bombola, aprire i supporti, ruotare il dosatore e accendere lo stove con un fiammifero o un accendino. Chiaramente in presenza di forte vento le dimensioni ridotte non lo rendono efficace come altri prodotti più grandi, per questo potrebbe essere utile un paravento. Allo stesso modo bisogna prestare attenzione alla superficie nella quale lo si posiziona per cucinare, che deve essere perfettamente piana.

Il piccolo diametro (2cm) del bruciatore tende a produrre una fonte di calore molto localizzata nel pentolino. Il tempo di ebollizione per 1l d’acqua si attesta sui 3 minuti circa, in condizioni ideali, e si mantiene quindi sugli standard di prodotti anche molto più pesanti. Bisogna prestare attenzione se si cucinano piatti in cui è necessario mescolare, vista la potenza di una fiamma localizzata che tende a attaccare tutto sul fondo del pentolino.

Mangiare bene può essere una componente fondamentale di un viaggio, ma a volte bisogna fare delle rinunce sul peso, specie in alcune avventure particolari. Ecco che Kraku permette di cucinare quasi tutto con un ottimo compromesso fra peso, dimensioni e effettiva comodità nell’utilizzo.

Il costo che si aggira sui 25 euro è tutto sommato ottimo considerando i materiali e il tipo di prodotto.

Specifiche:
– Peso: 45g
– Dimensioni da chiuso: ⌀ 37 mm, 52 mm di altezza
– Dimensioni da aperto: ⌀ 85 mm, 68.5mm di altezza

Altre info su:

 

 

Commenti tramite Facebook