STORIE A PEDALI | Bikepacking.it

STORIE A PEDALI

CHI SONO I PARTECIPANTI ALLA NORTH CAPE 4000 E QUALI STORIE HANNO DA RACCONTARCI

Alcune storie raccolte durante le lunghe giornate a pedali.

Undicesimo giorno della North Cape, andiamo a scoprire qualcosa di più dei ragazzi che giorno dopo giorno puntano sempre a nord. Paolo Laureti è sempre più vicino alla meta e salvo imprevisti entro questa sera o al più tardi domani mattina raggiungerà la punta più estrema del continente europeo. Ieri mattina è arrivato per primo al Gate di Rovaniemi e ha potuto portare a termine la sua missione più importante: consegnare di persona a Babbo Natale le letterine che nei mesi scorsi ha raccolto dai bambini della prima B Istituto-Comprensivo Silvi G. Pascoli Leonardo da Vinci in Silvi. Missione compiuta! Per Paolo sono stati momenti davvero intensi, i bambini lo stanno seguendo dal giorno della sua partenza e gli mandano messaggi vocali di incoraggiamento… Sicuramente l’incontro con Babbo Natale gli ha dato una bella carica per portare a termine in maniera brillante questa prima edizione della North Cape 4000.

Sono storie a pedali, quelle che stiamo seguendo e ogni giorno si scopre qualcosa in più. Stefano Gamper, da sempre affascinato dal nord ha già avuto occasione di pedalare in Svezia e Norvegia, ma ma con l’obiettivo di spingersi così a nord… Nella vita normale è un dipendente comunale, un tecnico delle piscine. Ha scelto di partecipare alla North Cape assieme all’amica Michela Ton, di certo non nuova a esperienze del genere. Michela, anche lei vera appassionata di avventure e sempre pronta ad accettare nuove sfide sta combattendo con un fastidioso problema ad un ginocchio che già in passato l’aveva tormentata. La speranza è quella di risolverlo e poter coronare il sogno che si porta dietro fin da bambina di raggiungere Capo Nord.

Eric Cupo, ha praticamente sempre pedalato nelle prime posizioni e ora si trova assieme ad Alexandre Bourgeonnier a inseguire Paolo Laureti. Eric ci ha raccontato che uno dei momenti peggiori è stato quando il primo giorno ha dovuto affrontare il caldo torrido della pianura Padana tra Bologna e Verona, mentre uno dei momenti più esaltanti è stato l’arrivo a Rostock per prendere il primo traghetto disponibile verso le temperature più miti della Danimarca, lasciandosi alle spalle la Germania.

Due Amici che arrivano dal Belgio, Dieter Schietse e Maarten Henskens, due grandi macinatori di distanze che alla loro prima vera esperienza di ultra-cycling stanno portando avanti un’ottima prestazione, sono infatti nelle prime dieci posizioni. Ci raccontano della incredibile quantità di acqua che hanno preso da quando sono arrivati in Finlandia. La prima notte stavano dormendo in un vigneto quando un pesante temporale li ha sorpresi e si sono dovuti cercare un riparo di fortuna. Poi un colpo poco fortunato ha messo definitivamente ko la ruota posteriore di Dieter, che ha dovuto essere sostituita. Dieter ci racconta che uno dei momenti più intensi è stato quando a Helsingborg ha incontrato la sorella della sua ragazza. Dopo giornate intere concentrato a pedalare pedalare e pedalare è stato piacevole incontrare delle persone a lui care che stavano aspettando il suo arrivo in città e questo gli ha permesso di staccare mentalmente dalla corsa per poi ripartire con maggior entusiasmo.

Al prossimo aggiornamento potremo finalmente vedere i primi raggiungere il traguardo!